top of page

Progetto metodo di studio: le opinioni di due studentesse

Ci hanno chiesto di parlare dei due giorni passati a Giandeto di Casina per partecipare come classe 1^ liceo al progetto sul metodo di studio condotto dalla specialista Emanuela Tirabassi di Organizzare Italia. Questo articolo verrà suddiviso in due parti, raccontato ciascuno da due punti di vista differenti. La prima riporta l’opinione di una ragazza che ha già vissuto l'esperienza del progetto durante i tre anni delle scuole medie e la seconda opinione da una ragazza che non ha mai partecipato a questo tipo di progetto.

 









Laura:

“Io questo progetto l'ho già vissuto durante i tre anni delle scuole medie Mariachiara Immaginache, ma riascoltarlo e riviverlo mi ha aiutato molto perché, certi argomenti mi sono sembrati più utili ora che sono al liceo e quindi ho un approccio diverso nella scuola e nello studio, ma anche perchè mi ricordavo solo poche cose. Ancora oggi utilizzo alcune tecniche che dopo i due giorni al casone si sono rafforzate sempre di più e mi aiutano molto nella pianificazione dello studio, utilizzo per esempio la tecnica del pomodoro, il planning, gli schemi e fare un elenco delle cose che devo fare in una giornata.”

Elisa:

“Io invece questo progetto non ho mai avuto la possibilità di sperimentarlo nella mia scuola. Durante il percorso ho imparato e scoperto molte tecniche utili per lo studio e per la pianificazione. Prima dei due giorni trascorsi insieme avevo più difficoltà nello studio e nell'organizzazione quindi mi ha aiutato molto ed è stato utile. Penso che sia efficace non solo per le persone che hanno difficoltà nell'organizzazione dello studio, ma anche per le persone che ritengono di non averne in modo particolare. Gli strumenti che ora utilizzo di più sono: gli schemi, programmare la giornata, stabilire degli obiettivi e delle pause.

In conclusione è stata una bella esperienza che consigliamo vivamente a tutti gli studenti e a tutte le persone, ha portato dei frutti e non servirà solo in ambito scolastico, ma anche in ambito lavorativo e nella vita di tutti i giorni.

                                                             Laura e Elisa classe prima liceo San Gregorio Magno







31 visualizzazioni

Comments


bottom of page